Seguici su Pinterest
 
home page Pulizia › Pulizia

saponeLe origini della pulizia personale e degli oggetti risalgono all'alba dei tempi quando gli uomini, avevano stabilito i loro insediamenti in prossimità di sorgenti d'acqua, laghi, ecc. L'esistenza del sapone risale al 2800 a .C. dall'antica Babilonia un materiale simile al sapone conservato in cilindri d'argilla. Il papiro di Ebe (ca. 1500 a .C.) descrive il metodo di produzione del sapone usato dagli Egiziani i quali mescolavano grasso animale o oli vegetali con un sale chiamato "Trona" che veniva raccolto nella valle del Nilo. Anche in Europa esisteva una produzione di sapone effettuata dai Galli e dai Teutoni. Il medico greco Galeno nel secondo secolo dopo Cristo raccomandava l'uso del sapone sia come metodo preventivo di alcune malattie sia per detergere. Già nel settimo secolo la produzione del sapone era un'arte diffusa in tutta Europa ed i produttori, organizzati in corporazioni, ne custodivano gelosamente i segreti. Dopo il medioevo, periodo di grandi epidemie, l'uso del sapone divenne abbastanza comune in tutti gli strati di popolazione. Per venir incontro a queste richieste, i produttori lavorarono per trovare metodi che ne permettessero la sua produzione su larga scala.persil Fino alla fine del 19 ° secolo, il sapone era l'unico detergente con proprietà tensioattive. In aggiunta al sapone, si usavano degli altri ingredienti che apportavano benefici specifici. Ad esempio per il bucato si usava la cenere che aveva un potere sequestrante della durezza dell'acqua dovuta alla presenza di fosforo e soda che contribuivano ad aumentare l'alcalinità delle soluzioni di lavaggio. Per le stoviglie, invece, si usava spesso la sabbia per il suo potere abrasivo. Per avere i prodotti che usiamo oggi dobbiamo, però, arrivare a tempi molto recenti. La storia dei detergenti sintetici inizia solo nel 20 ° secolo ed è segnata da due gravissimi eventi: le due Guerre Mondiali. Fu proprio la penuria di alcuni materiali fondamentali per la produzione del sapone (i grassi durante la Prima Guerra ed i grassi e l'olio durante la Seconda Guerra ) a spingere la ricerca per trovare alternative sintetiche. Nel 1946, fu introdotto negli Stati Uniti il primo prodotto per il bucato totalmente in Sintesi ("sequestranti di durezza" ibuilder). Da qui, lo sviluppo di nuovi prodotti efficaci, facili da usare e sicuri per i consumatori e per l'ambiente sono stati sviluppati. Inizialmente si usavano gli stessi prodotti per le varie applicazioni (bucato, stoviglie, superfici). Oggigiorno si sono sviluppati detergenti di varie tipologie e il mercato spinge le case produttrici alla continua ricerca.