Seguici su Pinterest
 
home page Motori › Motori



La nascita dell’automobile risale agli inizi del XX secolo. Molti esperimenti portarono ad un nuovo concetto di mobilità e ad un oggetto capace realmente di distaccarsi dall’idea di locomozione; con ciò non si vuol dire che l’evoluzione sia stata veloce ed immediata. A partire dal XVII secolo, il fisico olandese Christian Huyens eseguì alcuni esperimenti su un motore a scoppio. Nel 1700 furono inventati alcuni elementi essenziali dell’automobile: il differenziale, i cuscinetti a rulli e a sfere, etc. Nel 1785, James Watt realizzò il primo motore a vapore e pochi anni prima, in Francia, fu realizzato per fini militari il veicolo Cugnot, ma le soluzioni tecniche non furono utili alle successive evoluzioni della trazione a motore. Significativo il 1856, quando gli italiani Eugenio Barsanti e Felice Matteucci realizzarono un motore con un tale grado di perfezione da essere considerato il precursore del quattro tempi. Nel 1860, l’inventore belga Jean-Joseph-Etienne Lenoir costruì il primo motore a scoppio realizzato su scala industriale, producendone 400 modelli con una potenza compresa tra 0,5 e 8 cavalli. All’esposizione Universale di Parigi del 1867, August Otto ed Eugen Langen ottennero la medaglia d’oro per la fabbricazione di un motore molto simile a quello dei toscani Barsanti e Matteucci. Nel 1872 nasce la Gasmotoren Fabrik Deutz: Otto, Langen, Gottieh Daimler e Wilhelm Maybach producono in serie il motore a ciclo Otto. Il motore subì notevoli variazioni, successivamente fu costruito un motore che funzionava a quattro tempi, uno dei quali era di compressione. Gli sviluppi successivi furono tutti incentrati intorno a questo nuovo motore;Ferrari_fxx Maybach e Daimler, diminuirono il rapporto peso/potenza, aumentando il numero di giri e utilizzando un’alimentazione a carburante liquido. Il 1879 con Carl Benz il primo veicolo azionato da un motore a ciclo Otto, ma siamo ancora molto lontani dall’automobile vera e propria. Benz è sempre più intenzionato ad applicare un motore su un veicolo robusto e stabile per il trasporto di persone. Nel 1890, i francesi Panahard e Levassor realizzarono un quadriciclo con motore anteriore, albero di trasmissione longitudinale e trazione sulle ruote posteriori: la prima automobile. I veicoli successivi continuarono a montare motori sempre più potenti e con prestazioni maggiori su telai ricavati principalmente dalla carrozza. Dal 1936, la Mercedes Benz iniziò la produzione della 540 K W29 (406 esemplari in versione coupé e spider), la prima vettura a motore con un telaio prettamente automobilistico. L’archetipo era stato creato.