Seguici su Pinterest
 
home page Informatica

apple_IIeL'informatica è una scienza interdisciplinare che riguarda tutti gli aspetti del trattamento dell'informazione mediante procedure automatizzabili. L'etimologia italiana della parola "informatica" proviene dal francese, dalla compressione di inform(ation electronique ou autom)atique, coniata da Philippe Dreyfus nel 1962 il termine informatique (informatica) voleva significare la gestione automatica dell'informazione mediante calcolatore (naturale o artificiale). Tale definizione implica un distacco tra il concetto di scienza e l'area di studio di tale disciplina, in particolar modo da quando viene utilizzato il termine computer science che presuppone la figura dello scienziato e quindi dell'uomo, nell'approfondimento della conoscenza della tecnologia dell'elaborazione. Da rendere noto, il differente significato di origine tra queste tre lingue nel denominare lo strumento base dell'informatica:

• elaboratore, in italiano, che sottintende un processo prossimo all'intelligenza umana

• ordinateur, in francese, a sottolineare le sue capacità di organizzare i dati (oggi le informazioni)

• computer, in inglese, letteralmente calcolatore, in diretta discendenza delle calcolatrici, prima meccaniche, poi elettromeccaniche, poi elettroniche.

Da quando l'informatica cominciò a diffondersi al di fuori del ristretto mondo della ricerca e all'interno di grandi strutture operative sorse la necessità di nuove figure professionali che "curassero" l'elaboratore elettronico. E sorse anche la necessità di dare un nome e includere nella struttura operativa quella unità a cui veniva affidato il compito di elaborare i dati. Il primo nucleo riconosciuto di persone addette alla elaborazione dei dati fu il cosiddetto Centro Meccanografico. Era dotato di elaboratori della seconda generazione (circuiti elettromagnetici, pannelli di programma somiglianti alle consolle telefoniche dei centralini di inizio secolo, in cui le istruzioni erano connettori a doppio spinotto introdotti in prese unipolari, ciascuna col suo scopo), schede perforate per i dati di massa, macchine perforatrici, macchine selezionatrici e stampatrici a barre verticali.microsoft_touch Il centro era gestito da un capo centro che governava sui primi programmatori, sugli operatori, sulle perforatrici (donne). All'inizio degli anni sessanta, con l'avvento della terza generazione degli elaboratori (del tipo IBM/360), le cose non cambiarono molto, tranne chè l'unità organizzativa, soprattutto in ambienti nuovi si chiamava Centro Elaborazione Dati (CED). Già negli anni settanta alcune aziende hanno dato il via a quel processo che negli anni ottanta si chiamerà outsourcing, estraendo il Servizio Elaborazione Dati (ex CED) dalla struttura dell'azienda, facendone una società a sé stante (ad esempio Datamont, dalla Montedison, ed Enidata, dall'ENI). Oggi le grandi aziende tendono ad avere un nucleo interno dedicato all'informatica, composto solo da personale di alto livello e generalmente dipendenti direttamente dalla Direzione generale. Tutta la parte operativa è gestita in outsourcing da società specializzate.